giovedì 15 settembre 2011

Justin Hillgrove: Lovecraft e Poe nell’omaggio dell’illustratore americano

'The Call of Cthulhu: I' by Justin Hillgrove
L'The Call of Cthulhu: II' by Justin Hillgrove
'H.P. Lovecraft' by Justin Hillgrove
'Sorrow for the Lost Lenore' by Justin Hillgrove
'The Usual Suspects' by Justin Hillgrove

Justin Hillgrove è un tipo pelato e pallido con gli occhiali da nerd. È cresciuto in un posto dal nome impronunciabile nello stato di Washington. Per sua stessa ammissione, pare abbia iniziato a dare sfogo alla sua creatività fin da quando aveva l’età per imbrattare un muro. Ha trascorso molti anni nel settore della progettazione poi, un bel giorno, ha deciso di ritirarsi e ha iniziato a trascorrere le sue giornate dipingendo mostri, robot e altre “cose senza senso”, ammette candidamente il nostro.

Negli ultimi quindici anni Justin ha lavorato su tutto, dai libri alle riviste di giochi di carte collezionabili e giocattoli. Molte delle sue opere pare si trovino in diverse gallerie negli Stati Uniti. Attualmente vive a Washington con la moglie, i quattro figli e i suoi amici immaginari.

Tra questi figurano anche H.P. Lovecraft che telefona a Chtulhu, Edgar Allan Poe che offre il “cuore rivelatore” al corvo, ma anche lo stesso Poe con Jack the Ripper, Sweeney Todd e Alex the Droog, schedati insieme come “soliti sospetti” e tutti figuranti in una delle sue ultime mostre tenute per la galleria Mineral di Tacoma, intitolata Black and White And Read All Over. Va da sé che la dominante coloristica sia data da nero, bianco e rosso. Il tratto è volutamente nitido. L’ironia, propria di Hillgrove, si fonde alla poetica del gotico in una maniera impercettibile. Tuttavia, a un osservatore attento i suoi mostriciattoli non possono non richiamare alla mente le “creature nella testa” di Andrew Bell, del quale parleremo più avanti.

Gallerie: sito ufficiale Imps and Monsters: The Art of Justin Hillgrove; spazio personale in MySpace; pagina su Facebook.

Tatiana Martino

1 commento :

  1. Veramente bravo!!Dovrebbe fare amicizia con Tim Burton, potrebbero nascere collaborazioni interessanti=)

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento.